MEDICINA ESTETICA VOLTO

Il Botox è un trattamento rapido e sicuro che permette di curare le rughe di espressione della parte superiore del volto. Queste rughe sono provocate dalla continua contrazione dei muscoli responsabili della mimica facciale (aggrottare o sollevare le sopracciglia, strizzare gli occhi, arricciare il naso, ecc. ).

 

Cos'è il Botulino

Il botulino è una sostanza prodotta dal batterio Clostridium Botulinum. Nel 1989 la FDA, (Food and Drug Administration) ne ha approvato l'uso per finalità mediche nel 1989 mentre dal 2002 ne è stato autorizzato l'utilizzo a fini  estetici.

Il botulino (tossina botulinica tipo A purificata) viene iniettato a livello muscolare  provocando il blocco dell'acetilcolina ( sostanza che ne permette la contrazione ).  Il risultato è quello di ridurre le rughe d'espressione ottenendo quindi un aspetto più giovanile e rilassato.

Il Botox™ risulta efficace,  indolore, e senza segni immediati;  rappresenta la procedura estetica più diffusa negli Stati Uniti con 4milioni e 600mila trattamenti nel 2007 .

L'effetto è temporaneo e dura 4-6 mesi e si può ripetere.

 

Cosa si tratta con il Botulino

Le principali indicazioni terapeutiche per le iniezioni con il botulino in medicina estetica sono:

• rughe glabellari ( tra le sopracciglia)  

• rughe orizzontali della fronte

• rughe del contorno occhi o "zampe di gallina"

• abbassamento del sopraciglio

• iperidrosi, ovvero eccessiva sudorazione di mani, ascelle, piedi.

 

Il trattamento

Il medico deve valutare se esiste una valida indicazione terapeutica per l'utilizzo del botulino, e verificare eventuali incompatibilità o controindicazioni all'uso del prodotto.

Il trattamento viene eseguito ambulatorialmente e consiste in alcune iniezioni, utilizzando un ago molto sottile, e dura 15-20 minuti, senza necessità di anestesia locale. Il paziente può riprendere immediatamente tutte le sue normali attività.

Gli effetti del trattamento iniziano a comparire dopo 2-4 giorni e raggiungono la loro piena efficacia già dopo14 giorni. La durata è di circa 4-6 mesi ed il trattamento può essere ripetuto.

 

Effetti collaterali e controindicazioni

Le complicanze sono molto rare e legate per lo più a gonfiori o piccoli ematomi in sede di iniezione, che si risolvono in qualche giorno. Possono comparire asimmetrie della posizione delle sopracciglia che sono corrette con un semplice ritocco con lo stesso farmaco.

Il fisiologico processo di invecchiamento, l'esposizione al sole e la contrazione dei muscoli mimici faciali
 si creano rughe di espressione e  piccoli solchi.
Tali inestetismi possono essere trattati con dei fillers ovvero sono sostanze iniettabili, come acido ialuronico o grasso che aiutano a riempire solchi e rughe  migliorandone l'aspetto estetico.

I fillers possono essere utilizzati anche per dare maggiore volume agli zigomi, alle guance o carnosità alle labbra.

 

Cosa si tratta con i fillers

L'utilizzo dei fillers è il trattamento delle rughe di espressione del viso, di depressioni per piccole cicatrici, di ripristino del contorno delle labbra per aumentarne il profilo e la carnosità rendendole maggiormente sensuali.
 Il Chirurgo Plastica può offrire associazione di  trattamenti in modo da ottenere il miglior risultato estetico nel rispetto della naturalezza delle forme e della soggettività del paziente.

 

Cosa aspettarsi dal trattamento

Il concetto cardine relativo al il materiale iniettabile è che i risultati non sono permanenti poiché le sostanze vengono metabolizzate e digerite dall'organismo.
Il tempo di riassorbimento è individuale e varia da poche settimane a molti mesi.

Fattori quali l'età, la qualità della cute, il background genetico, il tipo di vita condotto e la sede di impianto condizionino il tempo di metabolizzazione.

 

Il trattamento

 L’acido ialuronico  usualmente viene utilizzato senza ad alcun tipo di anestesia mediante l'infiltrazione con un ago molto sottile del materiale lungo la ruga da riempire.

Nel contesto della fiala stessa è presente dell’anestetico locale;  nei soggetti più sensibili si può utilizzare una crema anestetica per desensibilizzare l'area da trattare.
Nell'immediato post-trattamento compare un lieve rossore che persiste per alcune ore e possono comparire delle piccole ecchimosi che si risolvono spontaneamente in qualche giorno.

Si consiglia l’utilizzo di ghiaccio nelle prime ore post trattamento.

Il grasso viene iniettato provvedendo ad un'anestesia locale sia per l'area donatrice che ricevente.
Viene prima aspirato da una zona dove è in eccesso con una procedura simile alla liposuzione, quindi viene preparato e dopo inserito nell'area ricevente con degli aghi particolari. Una medicazione viene applicata su entrambe le aree interessate dalla metodica. 
Generalmente si attua un riempimento maggiore del necessario in quanto una quota del tessuto adiposo impiantato viene riassorbita.
Nell'immediato post-trattamento i tessuti appaiono arrossati, gonfi e possono essere presenti piccole ecchimosi. La situazione tende a ristabilirsi nell'arco di alcuni giorni.

 

I fili di bioristrutturazione rappresentano una chance per il ringiovanimento del viso semipermanente senza ricorrere alla chirurgia.
Si tratta di piccolissimi fili di PDO (polidiossanone)  materiale che si riassorbe in poco tempo senza effetti collaterali. L’effetto di questo trattamento è il cosiddetto “lifting biologico autoindotto”, che non può essere paragonato ai risultati del classico lifting chirurgico  ma che permette un costante miglioramento man mano che il prodotto viene riassorbito dal tessuto circostante.

I fili vengono inseriti sottocute nella zona che si desidera migliorare, lungo le cosiddette direttrici gravitazionali, ovvero quelle fasce di tessuto che tendono a cedere negli anni, tirate inevitabilmente verso il basso dalla forza di gravità. L’operazione avviene tramite l’ausilio di aghi, quindi il tutto avviene senza incisioni né suture.

Non viene generalmente utilizzata anestesia, ma si può pretrattare la zona con una pomata a base di anestetico locale o raffreddare la zona con del ghiaccio prima dell’inserimento dell’ago, in modo da renderla insensibile e da limitare i possibili piccoli ematomi che possono comparire in seguito all’inserimento del filo. Una volta inseriti, i fili vengono riconosciuti dal nostro organismo come elementi estranei e vengono perciò ricoperti da strati di tessuto nuovo. Questo processo, detto fibrosi, stimola la naturale produzione di collagene nella zona trattata. Il risultato è una pelle più compatta, più tonica e più soda in poco meno di un mese.

 

A chi è rivolto?
E’ un’ottima tecnica utile a prevenire i segni dell’invecchiamento e tende a migliorare la qualità cutanea  permettendo di rimpolpare zone che negli anni si sono svuotate. La durata di questo trattamento è di circa 30 minuti.

 

Aree trattabili

• Viso
• Collo
• Braccia
• Interno cosce
• Addome
• Ginocchia

 

Post trattamento
I fili bioristrutturanti non hanno effetti collaterali; è possibile riprendere le proprie attività quotidiane non appena terminata la seduta.

E’ possibile, quando l’effetto sarà diminuito o per ottenere un risultato più forte, inserire nuovi fili, senza alcuna controindicazione.

Le uniche persone a cui è sconsigliato il trattamento sono coloro che seguono una terapia anticoagulante orale, chi soffre di malattie autoimmuni e chi è soggetto a cheloidi, o cicatrici ipertrofiche.

L’acido ialuronico rappresenta oggi il filler più utilizzato da chirurghi plastici per un ritocco naturale alle labbra senza ricorrere al bisturi.

L’acido ialuronico è una sostanza naturalmente prodotta dal nostro organismo e svolge il ruolo di mantenere il grado di idratazione, turgidità e viscosità della cute. Con l’invecchiamento il corpo ne produce sempre meno con esiti visibili come solchi rughe d’espressione e perdita di volumi

 

Come avviene il trattamento

L’acido ialuronico viene iniettato direttamente nel labbro con aghi sottilissimi, praticamente indolore. Nel caso in cui i pazienti fossero particolarmente sensibili è possibile applicare una pomata anestetica e lasciarla agire una decina di minuti prima di iniziare col trattamento, oppure è suggerito anche l’uso del ghiaccio, che ha una doppia azione di desensibilizzazione e di vaso costrizione, limitando così eventuali piccoli ematomi.

Successivamente il prodotto viene modellato e distribuito omogeneamente per ottenere un risultato naturale e per correggere al meglio le imperfezioni e si applica del ghiaccio localmente.

 

Post trattamento

Evitare di truccare la zona trattata, di esporsi a temperature troppo fredde o troppo calde per qualche ora dopo la seduta. Se comparissero piccoli ematomi è possibile applicare dei prodotti topici che aiutano il riassorbimento degli stessi

 

Vantaggi e Svantaggi

L’effetto che si ottiene con questo trattamento è naturale, se eseguito da un chirurgo esperto. E’ possibile  correggere differenze o asimmetrie, ridefinire il contorno labbra e trattare i solchi perilabiali conosciuti come codice a barre ottenendo così un’immagine più fresca e giovane. Essendo un filler iniettivo, può essere applicato in maniera “conservativa”, ovvero un po’ alla volta al fine di ottenere il risultato desiderato senza incorrere in antiestetici eccessi. La durata del risultato è di circa 4-6 mesi, variabile da persona a persona.

Il rinofiller, detto anche rinoplastica non chirurgica, è una tecnica per modellare la forma del naso utilizzando acido ialuronico, una sostanza già naturalmente presente nel nostro organismo, che permette l’appianamento della gobba del dorso e se necessario la modifica della punta nasale, ritrovando un’armonia del viso.

 

A chi e’ consigliato

A donne e uomini di tutte le età che cercano un miglioramento estetico del naso, ma non sono motivati a tal punto da sottoporsi a un intervento chirurgico di chirurgia plastica

 

In che cosa consiste

Si tratta di piccole iniezioni di acido ialuronico in precise zone del dorso e della punta del naso. L’anestesia è locale attraverso l’uso di crema anestetica. Questo tipo di trattamento va a risolvere piccoli problemi estetici, andando a creare un riempimento per ricreare l’armonia della parte. Al termine del trattamento è già possibile osservare il miglioramento estetico del naso. Potrebbe presentarsi un lieve gonfiore subito dopo l’iniezione e/o la comparsa di qualche piccolo livido risolvibile in poche ore. La possibile sensazione di bruciore a seguito della seduta è sopportabile e in ogni caso si può alleviare con del ghiaccio.

 

Cosa NON fare dopo il trattamento

  • Utilizzare make-up o prodotti cosmetici sopra la cute trattata per tutta la giornata seguente al trattamento

  • Massaggiare o sfregare la parte trattata, che può irritare la zona e provocare lo spostamento del filler

  • Praticare attività sportiva intensa per qualche giorno dopo il trattamento

 

Non ci sono controindicazioni. Il trattamento va ripetuto a distanza di alcuni mesi per mantenere il risultato. L’effetto può durare dai 3 ai 6 mesi da persona a persona.

Il riempimento agisce solo a livello superficiale  e quindi non ha effetti sulla parte funzionale relativa alla fisiologia nasale.

La biorivitalizzazione è un trattamento che si propone di reintegrare a livello del derma quelle sostanze che  a causa dell’invecchiamento vengono a scarseggiare a livello cutaneo provocando una significativa riduzione della tonicità ed elasticità della pelle.

 

Con la revitalizzazione cutanea, o biostimolazione, è possibile re-introdurre queste sostante nell’organismo favorendo il riequilibrio della normale condizione fisiologica e la riattivazione della parte più vitale della cute.

Le sostanze che vengono utilizzate sono vitamine, acido ialuronico, aminoacidi, coenzimi e minerali, tutte sostanze presenti all’interno del nostro corpo che non possono esitare in fenomeni allergici.

Queste vengono infiltrate nel derma mediante aghi sottilissimi e indolori che producono il classico “ponfo”.

Il gonfiore relativo all’infiltrazione può perdurare, al massimo, alcune ore, causando un aspetto modestamente edematoso (gonfiore).

 

Il paziente non deve sottoporsi a lampade, o esporsi ai raggi del sole diretti per alcuni giorni.

L’effetto più visibile è un maggiore turgore e luminosità della pelle, oltre a un aumento di compattezza ed elasticità cutanea; si può anche vedere una diminuzione delle rughe superficiali.

 

Il trattamento va ripetuto a distanza di 15 20 giorni per un minimo di tre sedute.

Non deve essere effettuato in caso di patologie acute o croniche a carico dei tessuti interessati e altrettanto durante la gravidanza o l’allattamento.

 
 
 
 
 
 

CHIRURGIA

ESTETICA

CHIRURGIA

SENZA BISTURI

MEDICINA

ESTETICA

mastoplastica additiva, aumento seno, carbossiterapia

Telefono

+39 3358450735
 

mastoplastica additiva, aumento seno, carbossiterapia
  • FACEBOOK
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google+